QuiSagnino

Bosco di Sagnino: 151 firme per creare il "Parco Nord della città"

La petizione depositata da Vittorio Mottola in comune a Como

Vittorio Mottola e altri promotori della petizione

E' stata depositata mercoledì 20 settembre 2017 dall'ex consigliere comunale Vittorio Mottola una petizione per chiedere al comune di Como la messa in sicurezza del bosco di Sagnino.

151 le firme raccolte per chiedere al sindaco Mario Landriscina e alla sua giunta di istituire un tavolo di lavoro e trasformare i 17mila metri quadri del bosco di Sagnino, oggi non fruibile, nel "Parco Nord della città", come si legge nella petizione, con sentieri mappati e percorso vita.

Le firme sono state raccolte lo scorso 9 settembre durante una camminata organizzata dal Corpo dei Ranger dei Parchi Lombardi - comitato di Sagnino, insieme con le 20 associazioni del quartiere. In quell'occasione, cui avevano partecipato anche gli assessori del comune di Como Amelia Locatelli, Marco Butti ed Elena Negretti, i Ranger avevano effettuato interventi di pulizia lungo il percorso, rendendo accessibile una parte del bosco.

In questo video Mottola spiega il progetto.

"In questi anni - si legge nella petizione - l'area di 17mila metri quadrati di proprietà comunale ha subito danni enormi per l'azione degli agenti atmosferici e nessun intervento è stato fatto".

"La pulizia del bosco - ha spiegato Mottola- si può fare a costo zero perchè si sono già offerte due ditte per portare via tutto il materiale che ostacola il passaggio. Bisogna pulire i sentieri, tagliare la legna, mettere in sicurezza gli alberi secchi e pericolanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vorremmo che il comune istituisse il tavolo in tempi brevi - ha proseguito Mottola - in modo che i lavori partano tra novembre e dicembre e avere il bosco fruibile per marzo, in modo da programmare eventi per l'estate. Vorremmo creare un ingresso collegato con il vicino oratorio perchè il bosco possa essere utilizzato dai ragazzi del Grest e un altro con il centro sportivo di Csu per creare una sinergia: chi andrà nel futuro "Parco Nord" ad allenarsi potrà appoggiarsi ai bagni e agli spogliatoi dell'impianto sportivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

  • Idee anticrisi, ecco i dining bonds: li paghi meno di quello che valgono, li spendi alla riapertura del ristorante

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • 81 morti per coronavirus all'ospedale Sant'Anna dall'inizio dell'emergenza

Torna su
QuiComo è in caricamento