QuiSagnino

Spacca il finestrino dell'auto e ruba un telefonino: arrestato a Sagnino

Nel mirino del ladro la vettura di una donna che era a messa nella chiesa di San Paolo

Immagine di repertorio

Un uomo di 50 anni, italiano, è stato arrestato dalla polizia locale di Como a Sagnino nella mattina di domenica 18 novembre 2018 con l'accusa di aver rotto il finestrino di un'auto e rubato un cellulare lasciato nell'abitacolo dalla proprietaria, una donna che si trovava nella chiesa di San Paolo per la messa domenicale.

Secondo quanto ricostruito dai vigili, intorno alle 9,30 l'uomo ha colpito con il gomito il vetro del finestrino anteriore della Fiat 500 della donna mandandolo in frantumi, ha preso il telefono e si è allontanato verso via Fattori, dove è stato bloccato da una pattuglia della Polizia Locale che aveva assistito alla scena.
La perquisizione ha consentito di trovare immediatamente il telefono e l'uomo avrebbe ammesso di averlo rubato e di aver danneggiato la vettura.

E' stato accompagnato in Comando per gli atti di rito: a suo carico sono risultati numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio. Sentito il pubblico ministero di turno, la dottoressa De Salvo, l'uomo è stato tratto in arresto e il telefono è stato restituito alla legittima proprietaria.

Comparso nella mattinata di lunedì in Tribunale per essere sottoposto a processo con rito direttissimo, l'uomo è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione, 400 euro di multa con pena sospesa.

Il servizio di controllo del territorio da parte delle pattuglie del pronto intervento della polizia locale viene effettuato con particolare attenzione nelle aree con maggiore afflusso di persone (chiese, cimiteri, zone turistiche) e dove più alta è la probabilità che male intenzionati tentino di mettere a segno dei colpi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Coronavirus, morto il paziente ricoverato all'ospedale Sant'Anna

Torna su
QuiComo è in caricamento