QuiSagnino

Ubriaco picchia la compagna, poi aggredisce poliziotti e soccorritori del 118: arrestato a Sagnino

La donna è stata medicata al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna

Immagine di repertorio (foto Bennati - Milano Today)

Movimentato episodio nella notte tra il 5 e il 6 gennaio 2018 in via Conti Reina a Sagnino, quartiere alla periferia di Como. Un uomo ubriaco ha prima aggredito al compagna per poi scagliarsi contro i poliziotti e il personale del 118 intervenuti per i soccorsi.

La richiesta di aiuto al 112

Tutto è iniziato verso le 3 di notte del 6 gennaio quando al numero unico dell'emergenza 112 è arrivata una chiamata muta. L’operatore della Sala Operativa, localizzato il punto da dove era partita la telefonata e insospettito da quel silenzio, decide di inviare una Volante della polizia per verificare la situazione. Infatti, dopo pochi istanti arriva una richiesta di intervento da parte del personale del 118, che chiede supporto presso via Conti Reina a Como per aggressione ai danni di una donna all’interno di un appartamento.
Giunti sul posto, l’attenzione degli operatori viene subito attirata dalla donna che chiedeva aiuto dalla finestra della sua abitazione. Giunti nell’appartamento i poliziotti trovano la donna, visibilmente scossa, che dice di essere stata aggredita dal compagno, P.E.L.L. le inziali, 43enne ecuadoregno, il quale, in evidente stato di ebrezza, alla vista degli operatori di Polizia e del 118 dà in escandescenza, aggredendoli con calci e pugni e insultandoli.
Sul posto è stato chiesto anche il supporto di un’altra volante e, grazie anche all’utilizzo dello spray al peperoncino, l'uomo viene immobilizzato.

L'arresto

Il 43enne è stato quindo accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito, ma anche qui non ha smesso di minacciare, insultare e tentare di aggredire gli operatori. La donna, dopo essere stata accompagnata all’Ospedale Sant’Anna per essere sottoposta alle cure mediche del caso, ha raccontato agli agenti che già della serata del 5 gennaio l’uomo aveva iniziato ad assumere un atteggiamento aggressivo e violento nei suoi confronti , poi degenerato sino all’intervento della Polizia. L’uomo, a cui carico ci sono numerosi precedenti per lite in ambito familiare e maltrattamenti, è stato arrestato: per lui le accuse sono di resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale, nonché maltrattamenti in famiglia ed oltraggio.

Il processo

Sottoposto nella mattinata di lunedì 7 gennaio a giudizio con rito direttissimo è stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Coronavirus, morto il paziente ricoverato all'ospedale Sant'Anna

Torna su
QuiComo è in caricamento